Ambiente

Il verde immaginario del M5S e dell’Assessora Nicoletti

7 Settembre 2021
Tra la città e la sua comunità ciò che diviene passione è assimilabile a una stagione. E se nel nascere questa stagione si annuncia come un tripudio di verde, al suo appassire è solamente un mucchio di foglie morte.

Replica di Matera Civica al Comunicato Stampa del Gruppo Consiliare Movimento 5 stelle e dell’Assessora all’urbanistica arch. Rossella Nicoletti del 27/8/2021 rispetto al primato attribuito a Matera di città più verde d’Italia. >> Leggi tutto

Tutta la verità sulla questione del verde da primato

22 Agosto 2021
Sono anni che va avanti la storia mendace di Matera città più verde d’Italia.
Bisogna dirlo, non per amore di polemica, ma per affermare quel principio caro all’urbanistica che persegue la qualità della vita dell’individuo quale parte integrante di una comunità nel suo naturale territorio di appartenenza. È necessario tenere a mente i dati del verde urbano, quello della vita quotidiana, ovvero altra cosa da quello che invece urbano non è, come i parchi extraurbani. >> Leggi tutto

La discarica del nostro scontento. Vogliamo ignorare i dati già noti nel 2018?

18 Agosto 2021
Ferie finite, ma rimangono i dubbi sull’ennesimo incendio scoppiato nel triste teatro della discarica in contrada La Martella. In previsione di analisi attendibili e definitive, secondo il movimento politico Matera Civica non si può certo dire che i residenti del borgo alcune emergenze non le avessero già intuite durante le manifestazioni del 2010, quando per giorni protestarono all’ingresso della discarica al fine d’impedire lo smaltimento dei rifiuti provenienti da Potenza. Sapevano già tante cose, ma che andavano ovviamente certificate e non solamente “agitate”. Poi, nel tempo, arrivarono le notizie ufficiali sulle procedure d’infrazione comunitaria e, quindi, il commissariamento per la gestione della intricata materia affidata a un tecnico indicato dalla Regione. >> Leggi tutto

Decimo Forum mondiale sull’acqua: una candidatura sensata

26 Maggio 2021

L’Italia è candidata a ospitare il decimo Forum mondiale sul tema dell’acqua. Si svolgerà nel 2024. Invece dell’Eurovisione delle canzonette, come più di qualcuno ha entusiasmaticamente proposto, vedrei meglio una candidatura per discutere del futuro circa il destino del vero liquido vitale del pianeta. Se la sua quantità è poca, come nelle aree desertiche, la condanna a morire di sete è scontata. Quando è troppa, si pensi agli effetti devastanti dei monsoni, perire per annegamento è la regola. A Matera, quando durante il paleolitico il territorio si presentava praticamente del tutto boscato, il clima era profondamente diverso dall’attuale. Quello di oggi, per quanto riguarda l’altopiano, è assimilato ai limiti prossimi del clima semidesertico mediterraneo. Cambiamenti che, nel tempo, hanno costretto le sue comunità a una straordinaria forma di adattamento ambientale. >> Leggi tutto

Ancora senza risposta la proposta per il G20 del fotografo materano Gaetano Plasmati

24 Maggio 2021

L’Italia verso il Decimo Forum Mondiale dell’Acqua 2024. Anche la Protezione Civile Nazionale, nelle scorse ore, ha annunciato il pieno appoggio alla candidatura del nostro Paese. Per la ragione che non c’è centro italiano, piccolo o grande, che non sia nato a ridosso di una fonte d’acqua e il “World Water Forum” è il più grande evento mondiale sull’acqua. Oggi, sia l’eccesso sia la scarsità di acqua sono diventati un problema di carattere globale, spesso un’emergenza, con vittime e costi sociali, economici e ambientali inaccettabili. Un tema che il fotografo materano Gaetano Plasmati, ormai da tempo, va documentando a livello planetario per raccontare la civiltà del liquido vitale come si è sviluppata nel tempo e nello spazio, con le sue luci e le sue ombre. >> Leggi tutto

Rifiuti nucleari ad alta attività, il cammino è ancora lungo

image16 Aprile 2021
"La pubblicazione della CNAPI (Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee) a ospitare il Deposito Nazionale e Parco Tecnologico rappresenta un primo passo per rispondere alle osservazioni europee ma, se non è seguita da altre iniziative, anche normative, non è sufficiente per evitare la procedura di infrazione UE; soprattutto, non è sufficiente per mettere in sicurezza i rifiuti radioattivi italiani", afferma la Commissione Scientifica sul Decommissioning presieduta da Massimo Scalia. >> Leggi tutto

Matera Civica: alla scelta del Deposito Unico si risponde con ragioni scientifiche

image21 gennaio 2021
Una comunità senza memoria è destinata a ripetere sempre gli stessi errori. Sulla spinosa questione della scelta del sito in cui ubicare il Deposito unico delle scorie radioattive italiane non si può non ammettere che la questione rimane un nervo scoperto per le comunità lucane e della vicina Puglia.

Cosa c’entra la memoria? E’ opportuno rispolverare in estrema sintesi alcuni fatti di Scanzano del 2003 per affermare che la grande mobilitazione popolare, dove neppure un vetro fu infranto, terminò quasi di colpo dopo un’audizione avvenuta il 2 dicembre del 2003 nella settima Commissione Ambiente del Parlamento. Il sipario calò a valle delle più che autorevoli considerazioni del professor Rubbia. >> Leggi tutto

Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi: troppe contraddizioni

Il movimento politico Matera Civica interviene sul tema della ricerca riguardante il sito per il cimitero nazionale della fallimentare stagione nuclearista italiana e spiega le ragioni per le quali bisogna opporsi, ora, da subito all’indicazione dei siti idonei che riguardano il nostro territorio. >> Leggi tutto

Scorie nucleari: mobilitazione subito

image5 Gennaio 2021
La mobilitazione inizia immediatamente, ora.

La nota del movimento politico Matera Civica in riferimento alla riproposizione, praticamente la stessa del 2014, della mappa che individua i siti tra la Basilicata, provincia di Matera e vicino altopiano murgico, per i futuri cimiteri di scorie radioattive d’Italia. L’amara considerazione, a valle delle indicazioni territoriali, è che cambiano i Governi, ma non mutano i metodi. >> Leggi tutto

Osservatorio Ambientale del Comune di Matera

26 Novembre 2020 - Apprendiamo che con DG n.314 dello scorso 20 novembre l’Amministrazione Bennardi istituisce il "Tavolo partecipato Ambiente".

L’ennesimo tavolo di questo nuovo governo cittadino pensato come "espressione di partecipazione della società civile, attraverso il recepimento di istanze volte alla formulazione di opportune proposte utili al miglioramento delle azioni e dei programmi di questa Amministrazione". >> Leggi tutto

flagHome